Google+ Followers

mardi 10 mars 2015

Bluetooth, Harald Blaatang, il Vichingo goloso di mirtilli






Ecco qui, in breve, la storia del re danese « Blootooh »( Dente Azzurro) Harald Blaatand (Aroldo di Danimarca)

Harald "Bluetooth" di Danimarca (in danese Harald  Blaatand), visse tra il 911 e il 985 (o 986) d.C. e fu il primo re che riuscì ad unificare il frammentario regno di Danimarca, che comprendeva anche Svezia e Norvegia

Un Vichingo molto intelligente e goloso di mirtilli...
 





Fu in grado di riunire popoli e terre fino a quel momento divisi dal mare e da tradizioni diverse, convertendoli al cristianesimo.  

Una delle eredità più importanti lasciateci da questo grande monarca è una grande pietra runica fatta erigere a memoria dei propri genitori, rimasto intatto fino ai giorni nostri e che è divenuta una delle più importanti reliquie cristiane dello Jutland del Nord. 



Tale megalite contiene le seguenti parole, scritte in caratteri runici:

« Harald il Re fece costruire questi monumenti a Gorm suo padre e Thyre sua madre, Harald che vinse tutta la Danimarca e la Norvegia e convertì i Danesi al Cristianesimo. »


Queste parole segnano la prima occasione in cui viene citata la Danimarca come entità politica, nella storia. Il suo soprannome, letteralmente dente blu, sembra derivasse dalla sua passione per i mirtilli.
 


Il soprannome Bluetooth è stato utilizzato per identificare la tecnologia per reti senza fili inventata dalla svedese Ericsson nel 1999.  


Infatti, ciò che fece Harald è molto simile a quello che fa un protocollo capace di mettere in comunicazione i dispositivi più disparati.



Anche il logo del Bluetooth è costituito dall'unione delle rune nordiche (Hagall e Berkanan) che corrispondono alle moderne H e B, iniziali di Harald Blaatand, il geniale re vichingo.


Aucun commentaire: