Google+ Followers

vendredi 27 décembre 2013

Cortina, la perla delle Dolomiti, sotto la bufera di neve





Per Cortina D'Ampezzo, la perla delle Dolomiti, e' stato un risveglio  in situazione di emergenza   nonostante non nevichi più e sia spuntato il sole. 





Il comandante dei vigili del fuoco di Belluno Mauro Longo ha coordinato una serie di sopralluoghi aerei sulla zona che sono stati effettuati in mattinata dai vigili del fuoco e dai tecnici di Enel e Terna per verificare i danni sulle linee elettriche. 






L' energia elettrica è tornata ormai nel 90 per cento delle utenze della città ampezzana. 
L'Enel aveva già riattivato la corrente nel 40 per cento delle abitazioni grazie ai generatori autonomi, poi da metà pomeriggio, con l'opera di Terna che ha rimesso in funzione la cabina primaria in località Zuel, la società ha rimesso in piedi le linee di media tensione, arrivando a riattivare circa il 90 per cento delle utenze totali. 

Molti impianti sciistici intanto riapriranno sabato 28. L'incontro di hockey su ghiaccio Cortina-Asiago, previsto per stasera, è stato però rinviato.



Nel primo pomeriggio di venerdì 27 sono state rimesse in funzione le linee ad alta tensione collegate alle cabine di distribuzione elettrica che alimentano la zona di Cortina d'Ampezzo. 
Terna ha rimesso in servizio le linee ad alta tensione Pelos-Calalzo e Calalzo-Zuel, afferenti le cabine di distribuzione Enel che alimentano Cortina. 
L'installazione di gruppi elettrogeni sta proseguendo a Cortina con altri 10 impianti, ma anche a Falcade, Pieve di Cadore e San Vito di Cadore, dove sono stati dislocati altri 13 impianti. 
Altri 27 gruppi elettrogeni saranno disponibili nelle prime ore del pomeriggio. Entro la serata saranno circa 100 i generatori messi in funzione. 
Enel informa che in tarda mattinata l'energia elettrica è tornata a Cencenighe, compreso lo stabilimento «Luxottica», a Rocca Pietore, frazione di Fedaia compresi gli impianti sciistici, a Falcade, nella frazione di Gavon, e nelle funivie e gli impianti di risalita della Marmolada

Ma alcuni tratti stradali sono tuttora impercorribili e questo comporta grosse difficoltà a raggiungere i luoghi di intervento. 
Il coordinamento degli interventi avviene utilizzando apparecchi telefonici satellitari per il malfunzionamento della rete di telefonia mobile.


mercredi 11 décembre 2013

A Milano l'albero di Natale é di design !!

E' Natale ! A Milano, ecco che oltre allo strepitoso abete acceso davanti al Duomo, simbolo della città meneghina, in piazza Gae Aulenti sorge un altro albero di Natale di design.

 

A Milano in piazza Gae Aulenti, la piazza della città meneghina dedicata all’architetto e designer scomparsa poco più di un anno fa, lo scorso 7 dicembre 2013 è stato inaugurato un bellissimo albero di Natale di design, che rimarrà ad abbellire la città fino al prossimo 6 gennaio 2014. 

 

 

Si tratta di un albero di Natale alto ben 20 metri, colorato e con scritte, che per la prima volta è stato donato da Unicredit, proprio nella piazza dove sorge la nuova sede del gruppo bancario.

L’albero di Natale è stato realizzato dallo studio milanese Castagna & Ravelli: è una vera installazione artistica, una  scultura fatta di luci che ripropone, in forma stilizzata, un abete di Natale. 

Le luci sono realizzate tramite LED che si rispecchiano nelle figure colorate che compongono l’installazione. 




Le luci sono poi in grado di riflettersi sulle architetture circostanti, per un gioco di rimandi davvero affascinante.
 
La parte esterna di questo albero di Natale di design propone delle scritte di auguri illuminate da microluci LED, auguri in sedici lingue diverse. 

Le scritte si alternano a figure geometriche variopinte e semitrasparenti.

La struttura illuminata dall’interno, rispecchiandosi negli edifici che la circondano, brilla in mezzo alla piazza con uno stile affascinante e accattivante.
 
Lo studio, nato nel 1998, si è già distinto per le sue video installazioni urbane, conquistando nel 2009 il primo premio Led al Festival Internazionale della Luce per il progetto Luce Sacra sulle vetrate del Duomo di Milano. 




 

lundi 9 décembre 2013

A essayer dans le Marais : Le Miznon

Dans le Marais il y a un endroit qui réunit tout ce que j'aime : un décor très industriel et décontract’, un bar d’apéro et de la street-food canon. 
En l’occurrence des sandwichs pains pita modern-genre comme on en trouve dans les restos branchés de Tel Aviv et qui donnent un petit coup de vieux au traditionnel fallafel. Pas étonnant puisque c’est la toque israélienne ultra-convoitée, le chef Eyal Shani qui a imaginé les recettes. 
L’as du fallafel n’a qu’à bien se tenir.




A goûter la version kebab d’agneau, la ratatouille , le steak minute, le bœuf bourguignon épatant, les boulettes de merlan breton, ou au thon frais mariné.



Pour le dessert : la banane-chocolat, démoniaque. (3,50€). Pour arroser tout ça : une bière ou un shot d’arak, « la » boisson made in Israël (3€)…


A savoir que c'est le rendez-vous de copains jewishs où les beaux garçons et les ravissantes copines de la jolie Yaël, la fiancée du big-boss, sont au rendez-vous tous les soirs. Ambiance drague, rigolade, papotage…




On aime ou pas..
Attention ; l’adresse est fermée pendant le shabbat,  vendredi soir et samedi donc. Top : du coup, le resto est ouvert dimanche jusqu’à 23h.

MIZNON, 22 rue des Ecouffes dans le 4ème
Tél. 01.42.74.83.58  
Horaires :
Du dimanche au jeudi de midi à minuit, vendredi de midi à 15h. Fermé le samedi
Métro : Hôtel de Ville ou Saint-Paul
Prix : Entre 9 et 11 €




Ouvert tous les jours de 11h à 23h sauf vendredi soir et samedi.

vendredi 6 décembre 2013

Viola Pantone codice 18-3224 il nuovo colore 2014!



Il Radiant Orchid  é il colore Pantone del 2014 !

E' un mix di fucsia, rosa e viola il colore dell'anno. 

Per gli esperti ( stilisti, grafisti, decoratori) è il codice 18-3224. 

 

 

Per le star, una sfumatura must have da sfoggiare per primi.



2014 Radiant Rochid codice 18-3224
La tinta 2014 dovrebbe incuriosire l'occhio e stimolare la fantasia. 

A detta dell'azienda è una incantevole armonia di fucsia, con sfumature di viola e rosa, Radiant Orchid ispira fiducia ed emana grande gioia, amore e benessere. 

Come sottolineato da Leatrice Eiseman, executive director del Pantone Color Institute: "Il Radiant Orchid si caratterizza nella gamma cromatica per catturare lo sguardo e stimolare l’immaginazione. Ispira fiducia ed emana gioia e gran benessere, incoraggiando la creatività e l’originalità, qualità degne di sempre più ampia considerazione nella società contemporanea".

Si tratta di un viola, che attira con il suo fascino accattivante.
Simona Ventura l'ha subito indossato alla semifinale di Xfactor 7, come lei Eva Longoria e Robbie Williams.


 
La tinta 2013 è stata l'Emerald, un verde smeraldo brillante, scelta come simbolo di crescita, rinnovamento e prosperità. Lo indossano Fiammetta Cicogna, Angelina Jolie e Natasha Poly.

2013 Emerald codice 17-5641  


Isabella Blow, un' esposizione a Londra !!





Isabella Blow è stata uno dei personaggi più influenti della moda inglese e internazionale. 
Scomparsa nel 2007, Isabella Blow ha cominciato come assistente di Anna Wintour a Vogue negli anni 80 per poi passare a Tatler e British Vogue.


Oggi la Somerset House di Londra, in collaborazione con The Isabella Blow Foundation e la Central Saint Martins, le dedica una mostra, Isabella Blow: Fashion Galore!, dal 20 novembre al 2 marzo 2014.
 



In esposizione 100 abiti provenienti dalla fondazione sostenuta dall’amica Daphne Guinness. 
Ci sono creazioni di Alexander McQueen, Philip Treacy, Hussein Chalayan e Julien Macdonald, ma anche fotografie che raccontano la sua vita e la sua passione per la moda. 







È stata anche la musa dello stilista Philip Treacy, i suoi cappelli eccentrici erano il suo schermo nella vita.



 L’esposizione dedicata a Isabella Blow si tiene dal 20 novembre al 2 marzo 2014 alla Somerset House.
Il catalogo della mostra è firmato dal fotografo inglese Nick Knight (ed. Rizzoli).

Le nouveau spot dans le Marais, la pâtisserie de Sarah et de Deborah !





Sarah et Deborah sont les fées pâtissières du Marais !




Passionnées de gâteaux depuis leur enfance
Sarah Harb et Déborah Levy, après des études de finances et de marketing,  se lancent dans leur rêve : ouvrir leur pâtisserie en plein cœur de Paris. 

Pour ce faire, elles se sont associées à l'un des pâtissiers les plus en vogue du moment : Eddie Benghnem
Après l'hôtel Ritz et le Trianon à Versailles, où il officie encore actuellement, le chef pâtissier se lance avec les deux fées dans une collection de pâtisseries. 
Une dizaine des plus grands classiques de la pâtisserie française revisités sous forme de mini gâteaux : baba au rhum, tarte au citron, Opéra, Saint-Honoré, Paris Brest, tarte vanille, fraisier, mais également des créations ultra régressives comme La Fée Nutella ou La Fée Tagada. 
Le point fort ? les petits gâteaux sont non seulement excellents en bouche mais ils sont en plus visuellement très bien réalisés, et vu la taille des gâteaux, on déculpabilise très rapidement. 

A noter que pour Noël, une pièce montée Monsieur et Madame Bonhomme de Neige (mousse vanille, biscuit noisette, crème chocolat au lait et noisettes, sablé croustillant et poire) sera en vente en édition limitée et numérotée à partir du 10 décembre. 
Une excellente idée pour la table de Noël ou un tea time entre copines à la maison.






Les Fées Pâtissières est ouvert au 
21 rue de Rambuteau, 75004 Paris. 
Tous les jours de 11h à 20h. 
3,80 € le mini gâteau. 
90 € la pièce montée spécial Noël.