Google+ Followers

samedi 16 avril 2011

Inaugurato il centro culturale Elsa Morante a Roma.


Una nuova, grande struttura per il Laurentino 38: il Centro Culturale Elsa Morante, nome omaggio alla grande scrittrice scomparsa nel 1985, è uno spazio multimediale dall’architettura luminosa e funzionale, con un corpus di 3 nuovi padiglioni, un’area espositiva, un teatro con 188 posti e un’arena all’aperto di 350 posti che compone gli ambienti all'aperto insieme ai giardini, una piazza d'acqua e un boschetto.

Un progetto firmato dall’Assessorato ai Lavori Pubblici e alle Periferie (costo complessivo dell’opera: 5 milioni e 704 mila euro), che ha radicalmente trasformato un’area di oltre 2 ettari, un tempo destinata a parcheggio pubblico.

Il complesso, inserito in uno splendido parco con tanti giochi per bambini realizzato dall’Assessorato all’Ambiente, è stato ideato come open space flessibile: una sorta di spazio “multitasking” con tante possibili applicazioni e modi d’uso.

Una pluralità di espressioni creative che si rispecchia nella specificità dei soggetti istituzionali che ne curano l’assetto: così l’Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico coordinerà la programmazione degli eventi culturali e degli spettacoli ospitati dal nuovo teatro - spazio che andrà ad arricchire l’offerta dei Teatri di Cintura capitolini - mentre l’Assessorato alla Famiglia, all’Educazione e ai Giovani gestirà il nuovo punto Incontragiovani, il rinnovato servizio Informagiovani di Roma Capitale, promuovendo i giovani artisti con mostre ed eventi.

Per la programmazione consultare il sito www.centroelsamorante.roma.it.

Il Centro Elsa Morante, inaugurato dal Sindaco di Roma Capitale Gianni Alemanno e l’Assessore ai Lavori Pubblici e alle Periferie Fabrizio Ghera alla presenza degli Assessori Dino Gasperini, Gianluigi De Palo, Marco Visconti e del Presidente del Municipio XII Pasquale Calzetta, non sarà uno spazio isolato.

La sua realizzazione rientra in un quadro più ampio di centri culturali e polifunzionali che il Dipartimento alle Politiche di riqualificazione delle periferie sta attuando in città, anche nell’ambito di uno specifico programma europeo destinato alla diffusione, produzione e formazione culturale rivolta ai giovani e aperta a tutte le realtà territoriali: il rapporto con il territorio sarà centrale nella direzione del centro del Laurentino 38 che si aprirà ad una stretta collaborazione con le associazioni del quartiere.

Il nuovo Centro si integra con gli altri spazi culturali gestiti da Zètema. Già dal 2 maggio partirà la collaborazione con la Casa del Cinema, diretta da Caterina d’Amico, che porterà in periferia la sua programmazione realizzando un circuito bisettimanale di proiezioni pomeridiane.

Ogni lunedì e mercoledì alle 17 sarà proiettata una selezione di due rassegne ospitate in questi mesi dalla Casa del Cinema, che oltrepassa così i confini di Villa Borghese e va incontro al pubblico in una grande operazione di decentramento e di integrazione dell’offerta culturale.

Inoltre, attraverso avvisi pubblici, saranno coinvolti operatori culturali privati sia per la programmazione teatrale, sia per la valorizzazione di nuovi talenti nelle arti visive. 
Sempre tramite una procedura ad evidenza pubblica sarà individuato anche il gestore della caffetteria.

Aucun commentaire: