Google+ Followers

mercredi 11 mai 2016

L'Avana, Varadero, Trinidad paradisi cubani



Il fascino dell'Avana s’incontra con un’accurata ricostruzione dell’architettura coloniale e con uno sfondo di ricchissimi colori. 
Le sue strade affollate, con edifici del XVIII e XIX secolo sono piene di vita, con le sue Cadillac vintage talmente tipiche e fotogeniche.


Da visitare a piedi almeno un giorno , perché solo cosi si puo'dire di aver visto e vissuto veramente Cuba e i suoi cubani.

Dal quartiere Vedado all’Avana Veja si attraversano le sue viuzze, al di fuori dalle piste turistiche, alzando gli occhi, accorgendosi delle abitazioni senza finestre, incontrando bambini che giocano a calcio con una lattina, e finendo coinvolti in una delle loro tante feste a ritmo di salsa. 

Percorrere il tragitto fuori pista e entrare nello loro povere botteghe a fare acquisti, sorriderere ad un anziano che continua a lavorare caricando di gas gli accendini seduto sul marciapiede… Acquistare una noce di cocco in una bancarella..

A 2 ore dall’Avana, si puo' raggiungere la destinazione mare più conosciuta, Varadero, lunga striscia di sabbia che si estende per 23 km fino a formare una piccola penisola. 

La zona è veramente  turistica, colma di strutture ricettive ma l’abbagliante sabbia bianca, la fresca brezza tropicale e il mare calmo e cristallino, sono lo sfondo perfetto per un vacanza di totale relax. 
E il colmo del relax è di sdraiarsi al sole cubano sorseggiando un Mojito, una vera Pina Colada (niente a che vedere con quella che si fa in Italia) oppure un  Gaurapo, un cocktail rinfrescante a base di zucchero di canna, rum bianco e ghiaccio da far venire l’acquolina in bocca. 


Subito dietro le magnifiche spiagge, l’entroterra offre molte opportunità di escursioni sia dall’Avana che da Varadero.


La parte meridionale dell’isola è stupenda!
Attraversando l’entro terra si possono vedere immense distese di platani, coltivazioni di mango, di tabacco, riserve naturali incredibili. 


Da visitare assolutamente Trinidad, un paesino che sembra essere un museo a cielo aperto. 

Pieno di casette colorate, musica che viene da ogni vicolo, negozietti caratteristici, qui meglio che altrove si può rivivere la magica ed antica atmosfera coloniale dell’isola.



La cucina cubana non ha grandissime tradizioni, i piatti principali sono a base di carne di maiale ( puerco asado o carne de cerdo ) o pollo, accompagnati da riso condito con fagioli neri o rossi, insalate, pomodori, banane fritte e frutta fresca e non dimentichiamoci il “Pescado” il pesce e l’ottima l’aragosta cucinata in tantissimi modi diversi.

L'ottimismo dei cubani, e la loro gioia di vivere, nonostante le grandi difficoltà è una grande lezione di vita per tutti noi !!

Aucun commentaire: