Google+ Followers

mercredi 23 avril 2014

La prossima mostra al museo Peggy Guggenheim : Solo per i tuoi occhi.




La Collezione Peggy Guggenheim è uno dei più importanti musei in Italia per l'arte europea ed americana del XX secolo con sede a Venezia presso Palazzo Venier dei Leoni, sul Canal Grande, in quella che fu l'abitazione di Peggy Guggenheim.



Il museo ospita la collezione personale di Peggy Guggenheim, ma anche i capolavori della Collezione Hannelore B. e Rudolph B. Schulhof, della Collezione Gianni Mattioli, il Giardino delle sculture Nasher e mostre temporanee. 





La Collezione Peggy Guggenheim è di proprietà della Fondazione Solomon R Guggenheim che la gestisce insieme al Museo Solomon R. Guggenheim di New York e al Guggenheim Museum Bilbao.




SOLO PER I TUOI OCCHI. UNA COLLEZIONE PRIVATA, DAL MANIERISMO AL SURREALISMO

24 maggio - 31 agosto 2014


Dal 24 maggio al 31 agosto 2014 la Collezione Peggy Guggenheim presenta Solo per i tuoi occhi. Una collezione privata, dal Manierismo al Surrealismo raffinatissima mostra a cura di Andreas Beyer, che svela al grande pubblico una preziosa selezione di opere provenienti dalla Collezione Richard e Ulla Dreyfus-Best di Basilea. 

Con una selezione di circa 120 pezzi, tra oggetti, dipinti, disegni e sculture che spaziano dal Medioevo al presente, l’esposizione intende rivelare il cosmo della collezione, e al contempo far emergere l’attualissima questione dell’impatto e della forza dell’arte nel corso dei secoli. 
Nel suo originale accostamento di oggetti, essa costituisce un’impresa pionieristica, guidata da un principio che esclude qualsiasi casualità e implica gli indispensabili criteri di originalità e qualità. 

La collezione presenta opere, tra gli altri, di Arnold Böcklin, Victor Brauner, Pieter Brueghel il Vecchio, Giorgio de Chirico, Francesco Clemente, Salvador Dalí, Max Ernst, René Magritte, Man Ray e Andy Warhol, qui esposte per la prima volta tutte insieme. 

La mostra è co-organizzata dalla Collezione Peggy Guggenheim insieme al Kunstmuseum di Basilea, dove sarà allestita dal 21 settembre 2014 al 4 gennaio 2015.



A proposito del Museo..


La Collezione Peggy Guggenheim di Venezia dal 1949 ha sede presso Palazzo Venier dei Leoni.
Il palazzo si affaccia sul Canal Grande, fra Santa Maria della Salute e l'Accademia. È un edificio settecentesco mai terminato.
Palazzo Venier dei Leoni un tempo era la casa di Peggy Guggenheim, che tre giorni alla settimana apriva al pubblico la sua collezione. 

Ora vi riposano le sue ceneri e le opere che raccolse con passione.

L'ingresso del palazzo guarda verso il Canal Grande.
È riconoscibile per la presenza di una scultura di Marino Marini, L'angelo della città (1948). 

La scultura ripropone il tema del cavallo e cavaliere, tanto caro all'artista.
 




Dal 1979, quando la Fondazione Solomon R. Guggenheim ha assunto la gestione della collezione, sono stati effettuati numerosi interventi di restauro, necessari per ampliare gli spazi espositivi e rendere il museo più funzionale. 

Il progetto di risistemazione del palazzo ha dovuto tenere conto di numerosi problemi, quali l'installazione di un impianto di climatizzazione e di un sistema di allarme. 

L'acquisizione di nuovi locali in un edificio vicino ha creato lo spazio per il museum-shop, la caffetteria e per le mostre temporanee.
 

È stato sistemato anche il giardino, inaugurato nel 1995. 
Al suo interno sono state disposte alcune sculture, provenienti in parte dalla collezione di Peggy Guggenheim, e in parte dalla Raymond and Patsy Nasher Sculpture Collection di Dallas.
 

La grande ristrutturazione è il frutto di una collaborazione tra diversi professionisti. Il progetto di ampliamento si deve all'architetto Clemente di Thiene, gli interni ai disegni dello studio Vignelli di New York, l'esecuzione dei lavori all'impresa di costruzioni Gadaola di Milano. 

Molto si deve anche agli sponsor: Arclinea e Bisazza Mosaico di Vicenza, che si sono occupati dei pavimenti; la Reggiani Illuminazione, che ha fornito le luci, la Zanussi, che ha donato l'equipaggiamento da cucina per la caffetteria.




Aucun commentaire: