Google+ Followers

samedi 25 décembre 2010

Capodanno a Parigi



Nonostante il clima sia piuttosto rigido, Parigi resta una delle mete più ricercate per le feste natalizie.

La sua meritata fama di città del bien vivre, della buona cucina e del buon bere ne fa in effetti un luogo adatto ai festeggiamenti di fine anno.

Ovviamente non c’è che l’imbarazzo della scelta, dipende solo dai gusti, da cosa si desidera mangiare, da quanto si vuole spendere e da quale arrondissement si vuole frequentare.

Per i tradizionalisti sarà difficile rinunciare a trascorrere la notte di Capodanno in uno dei locali ‘storici’ della ville lumière, come il Crazy Horse o il Moulin Rouge, ma attenzione perché il conto può risultare piuttosto salato visto che la cena con spettacolo del 31 dicembre al Moulin Rouge costa circa 600 euro.

Sempre rimanendo nella tradizione turistica parigina, ci si può invece concedere il più romantico Bateaux Mouches, scelta che presenta il vantaggio di cenare ammirando alcuni dei più importanti monumenti della città.

Per la sera del 31 dicembre sono previsti programmi speciali, sia nella durata, che non è di 2 ore come nelle sere normali ma può prolungarsi oltre la mezzanotte, sia per l’animazione con musica dal vivo, e nel menù che prevede alcuni dei classici della cucina francese come fois gras, crostacei, formaggi, il tutto innaffiato da ottimi vini e da champagne.
I prezzi vanno da un minimo di 300 fino a 500 euro.

Chi non ha intenzione di rinunciare al cibo organico nemmeno per il cenone del 31 dicembre può optare per il ristorante Villa Spicy che propone un menù realizzato con prodotti biologici.

Se normalmente il menù bio e detox, bevande comprese, costa circa 36 euro, (prenotando un massaggio di 35 minuti agli oli essenziali il prezzo sale a 77 euro), per il cenone di Capodanno è previsto un menù da 190 euro.

Ma per un Capodanno che nonostante il sapore turistico rimanga unico ed originale una scelta giusta potrebbe essere quella di cenare al ristorante russo Didineskaya.
Esperienza unica perché si tratta di un luogo éphémère, allestito esclusivamente in occasione di queste festività natalizie, aperto il 3 novembre chiuderà, infatti, il 3gennaio 2011. E’ nel cuore degli Champs Elysées, fra Avenue Dutuit e Place de la Concorde.
Circa 180 metri quadrati il cui décor riproduce una vera dacia russa, velluti rossi per i divani, tappeti caucasici, specchi dorati e un’atmosfera a lume di candela.
Il menù coniuga la cucina russa con i classici francesi, caviale e ostriche, vodka e champagne.
Nasdrovia ! Santé !

Per chi, invece, cerca qualcosa di meno turistico e un po’ più bobos basterà scegliere un quartiere più defilato, anche se non meno noto, come Canale Saint Martin, Saint Marthe, Belleville o Batignolle.

Aucun commentaire: