Google+ Followers

mardi 28 septembre 2010

Tallin in mostra




La capitale estone è pronta a mettersi in mostra.
Pronta a sfoderare il meglio di sé per l’anno prossimo che la vede Capitale della Cultura.

L’autunno è ricco di eventi nella capitale estone, distribuiti in alcune delle più importanti istituzioni cittadine votate alla cultura, a cominciare dal Museo di Arte Contemporanea KUMU.

In tempi – sempre più fecondi – di Contemporary art, il museo di Tallin si difende bene: è stato infatti premiato nel 2008 come migliore architettura museale europea.

Per l’autunno accoglie una patriottica esposizione dal titolo “Arte Estone in Esilio” che per la prima volta unisce 250 opere d’arte create tra il 1944 e il 1991 da oltre 70 artisti estoni in esilio.

Appena inaugurata, sempre al KUMU, e pronta ad una lunga permanenza (fino al 23 gennaio 2011) è la mostra Constable, dalle collezioni del Victoria and Albert Museum.

Anche in questo caso si tratta di una prima volta dal momento che una mostra di questo calibro del pittore inglese non aveva sino ad ora mai varcato i confini del Regno Unito.
Largo, dunque, agli schizzi ad olio dell’artista, considerati da molti critici dell’arte più significativi dei grandi dipinti ad olio di villaggi e paesaggi.

Dall’arte al cinema, lo sguardo di Tallin occhieggia anche ai cinefili che vogliano approfittare di un city-break invernale per godersi qualche film dell’European Film Awards, in calendario per il 4 dicembre.

Tra i 46 film europei in corsa per le nomination, spiccano anche quattro film italiani: "Mine Vaganti" di Ferzan Ozpetek, "La Nostra Vita" di Daniele Luchetti, "La Prima Cosa Bella" di Paolo Virzì e "L'Uomo che Verrà" di Giorgio Diritti.

Tra un museo e una sala cinematografica, non sfuggirà l’appeal di una città il cui nucleo storico, medievale, compare nei Patrimoni dell’Umanità Unesco.
Mentre, dall’altra parte, una città moderna, tecnologica e internettizzatta (qui è nato Skype!) asseconda le voglie di una gioventù sempre più attratta da questo Est d’Europa che costa poco e incanta molto.

Tra i quartieri più trendy c’è l’ex zona industriale Rotermanni, tra quelli più hard : discoteca Angel (Sauna 1), grandissima e spregiudicata.
E’ solo uno dei tanti party alla moda che tengono impegnati gay, giovani e ragazze di ogni età nelle lunghe notti bianche di Tallin.

Informazioni utili
Estonian Tourist Board
www.visitestonia.com

Aucun commentaire: