Google+ Followers

mardi 28 septembre 2010

Heike Panella, un bell'esempio di riuscita




L'Oreal é l'azienda che ha messo in valore i suoi prodotti tramite le donne piu' belle del mondo e al suo capo con Heike Panella ci sarà per la prima volta una donna !
Ormai da 15 anni, la bionda quarantenne Heike Panella lavora presso la L'Oréal e ha introdotto nell'ultimo periodo in Germania la marca della Vichy.

Nella sua nuova veste dirigenziale, sarà responsabile dell'intera gamma di "prodotti farmaceutici": oltre a Vichy, anche La Roche-Posay, innéov, Sanoflore, Skinceuticals e Roger&Gallet.

Durante la sua prima apparizione in pubblico, Heike Panella ha annunciato di voler promuovere queste marche, in modo particolare “la sua creatura“, la Vichy.
Con maestria, è stata in grado di rendere accessibili le farmacie come luoghi di vendita per prodotti di grande qualità da piazzare sul mercato. E' una stratega in tutto e per tutto.

Panella: "Fare carriera anche quando si crescono dei bambini"
Sebbene il numero delle donne presso la L'Oréal con il 64 % sia sì inusuale, ma per una ditta di cosmetici non del tutto sorprendente, la nomina di Heike Panella rappresenta una sorta di “anteprima “.
Tra i quadri dirigenti si riscontra ancora oggi una penuria di donne – proprio come in altri grandi imprese.

Su 13 membri del consiglio di amministrazione a livello internazionale ci sono solo due donne.
Comunque sia, nella commissione di vigilanza della L'Oréal, il 16% è rappresentato in tutto il mondo da donne, cioè più della media (10 %).

Che ciò possa essere di importanza capitale per una ditta, soprattutto quando il target di riferimento è costituito per il 95% da donne, è ormai stato riconosciuto come dato di fatto.
Da molteplici anni sono stati avviati una serie di programmi di sostegno speciali per le donne in posizioni dirigenziali, e qui si può essere manager di spicco anche lavorando part-time.

La L'Oréal ha provveduto ad incentivare i servizi di assistenza per i bambini soprattutto in Germania, dove l'assistenza pubblica non è così particolarmente buona.
E i padri vengono incoraggiati ad usufruire di un congedo parentale. Di conseguenza, si profila un cambio di tendenza che nel frattempo vede affermarsi ai piani medi ed alti del management il 57% delle donne.

Heike Panella è ora la prima ad essere giunta in alto in Germania. “Sono segnali positivi per le altre colleghe“ afferma con convinzione. “Anche con dei bambini è possibile fare carriera.“ Lei stessa ha una figlia di quattro anni e un figlio di sette.

Scoperta dai talent scout: Heike Panella
La politica della L'Oréal, volta a promuovere nuovi talenti, ha colto nel segno con Heike Panella: come "piccola stella emergente", proprio agli esordi della sua carriera, è riuscita a sviluppare una strategia di mercato efficace per una nuova linea di colorazione per capelli e a relegare la concorrenza, Testanera, al secondo posto.
Ecco come si è guadagnata questa promozione: un master a Losanna, carriera in Danimarca e Portogallo e poi la prima poltrona di dirigente in Svizzera.
Partendo da lì ha reso "Fructis" di Garnier uno degli shampoo più venduti in assoluto.

“E' con profondo piacere che ho l'onore di accogliere nell'amministrazione Heike Panella, una collega di grande competenza“, dichiara Udo Springer, direttore della L’Oréal in Germania riguardo alla nomina di Panella al suo fianco. Suona quasi come un sollievo.

E puntuale, proprio in vista dei suoi 101 anni, la multinazionale è riuscita ad affermarsi non solo come azienda leader per le donne ma anche come azienda guidata ai vertici da donne.

Aucun commentaire: