Google+ Followers

dimanche 27 septembre 2009

Lorin Maazel, eccezionale "chef d'orchestre" !


Nasce una nuova orchestra.

La Symphonica d’Italia, o meglio rinasce l’ex Symphonica Toscanini costituitasi dalla scissione della Filarmonica Toscanini nel maggio 2006. La compagine orchestrale sarà presentata a Roma il 9 settembre, presente la nipote d’Arturo Toscanini a spazzar via tutte le questioni che avevano funestato la precedente formazione.

Finalmente si chiarirà il lascito artistico del Maestro.
La collaborazione con il Maestro Maazel – direttore a vita dell’orchestra dal 2006 -, all’indomani della conclusione della sua esperienza alla New York Philharmonc Orchestra ed al Palau de las Arts di Valenzia, recentemente riconfermata però, continua.

Il Maestro ha accettato volentieri l’offerta di guidare la giovane orchestra formata da musicisti costituitisi in associazione autonoma e da strumentisti ospiti che vengono dalle più prestigiose orchestre europee ed americane, anche perché conosceva molti dei giovani professori. Intesa artistica, piacere di far musica, passione, sono la cifra dell’orchestra: fanno sì che la presa sul pubblico sia immediata.
S’inaugura l’attività della Symphonica d’Italia a Roma all’Auditorium del Parco della Musica l’11 settembre, nella giornata musicale internazionale “September Concert” in memoria della strage delle Twin Towers di New York.

Subito dopo, si esibirà al Festival International de Musique de Besançon (13 settembre).

L’agenzia musicale cinese Amethyst Performing Arts Management ha invitato nel 2010 l’orchestra ed il Maestro Maazel a Pechino per eseguire Turandot e Die Fledermaus e sei concerti beethoveniani (tre a Pechino e tre a Guangzhou). Già si profilano impegni più lontani all’orizzonte (per le celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, per esempio: collaborazione con la Società Italiana di Musicologia – partner culturale – che ha in grembo altre sorprese).

Main sponsor dell’orchestra è Confcommercio.

Aucun commentaire: