Google+ Followers

dimanche 28 septembre 2008

Tote Bags a NY


Le mie spalle cominciano a farmi male a causa del peso delle riviste,del mio computer, della mia tenuta di ricambio (non si sa mai) del mio mp3, dell'apparecchio fotografico, del telefonino e dei vari prodotti inutili ma indispensabili( serviette per le mani , Labello per le labbra, specchio, profumo, agendina..)
Mi occorreva una borsa, grande, bella et presto!!

E ho trovato "LA" borsa tendenza delle newyorkesi e non la mollo più ( per adesso)

samedi 27 septembre 2008

furla tendenza


Torna di grande attualità il tartan, il famoso tessuto a scacchi di origine scozzese, che simboleggia i valori più alti della cultura della Scozia: nobiltà, fierezza, virilità, eleganza.
Indossare un accessorio in tessuto tartan, con un romantico accenno alle antiche tradizioni nordiche, oggi è motivo di tendenza.
Furla propone per il prossimo inverno 2008-09 una mini collezione di borse realizzate nel classico tessuto a quadri effetto plaid nella tonalità del rosso.
Linee semplici, essenziali, eleganti per borse a mano o morbide sacche con dettagli, manici e tracolle a contrasto in vernice nera. Divertente, spiritosa e glamour la pochette a forma di fiocco.
Tutte proposte “very british”!

vendredi 26 septembre 2008

shopping da star a NY e LA

Shopping da star a New York e Los Angeles!!
I divi di Hollywood, si sa, adorano spendere. Per avere look impeccabili, essere sempre up-to-date, lanciare nuovi trend.
Griffes a parte, però, dove comprano day by day le star?
Ecco sette indirizzi cult tra New York e Los Angeles!
DARLING - NY
DARLING 1 Horatio St. at Eight Avenue New YorkAbiti e accessori vintage e le collezioni, decisamente cult, di giovani fashion designer. Ecco cosa trovare in questo grazioso negozio con giardino che, eccezionalmente, il giovedì resta aperto fino alle 10 di sera. Prezzi dai 100 ai 200 dollari (gli abiti)
Tra gli habitué Sarah Jessica Parker
ASHLEY TYLER - NY
Ashley Tyler 112 Greene Street, Soho New YorkVestiti appesi su rami che scendono dal soffitto, corde da campeggio e spogliatoi che somigliano a una grande tenda indiana. Risultato: un incantevole effetto futuristico. Ma il vero punto di forza di questo negozio sono proprio gli abiti, tutti realizzati con materiali "sportivi" come la microfibra e la viscosa stretch. Per garantire comfort e flessibilità anche in un appuntamento chic.Tra gli habitué Alicia Keys, Bjiork, Cameron Diaz.
THE WAY WE WORE - L.A.
The way we wore (334 La Brea Avenue) Los Angeles
E' una delle mecche losangeline del vintage. Qui si trovano abiti e accessori griffati di tutto il Novecento. E poi kit da trucco, portasigarette, bottoni, fazzoletti, ceramiche per la casa... I pezzi cult? Gli abiti indossati sui set, dalle stelle del cinema hollywoodiano. Prezzi variTra gli habitué Kirsten Dunst
FRED SEGAL - L.A.
Fred Segal (8100 Melrose Avenue) Los Angelesè il centro boutique dei divi per eccellenza. Quello dove Nicole Kidman ha acquistato un paio di vertiginose decolleté che la sorella Isabella ha indossato la notte degli Oscar. Dentro ci sono vari shop "a tema", dove si acquista di tutto: dagli abiti agli occhiali, dalle borse da viaggio ai biscotti. Prezzi da 10 a 3500 dollari. Tra gli habitué Kate Hudson (nel riquadro) , Kelly Osbourne, Daryl Hannah, Sandra Bullock, Julia Roberts, Cameron Diaz, Winona Ryder, Jennifer Aniston, Ben Affleck, Salma Hayek, George Clooney...FRED SEGAL - L.A.
ERICA COURTNEY - L.A.
Erica Courtney 7465 Beverly Boulevard Los AngelesÈ una gioielleria con bijoux classici e di tendenza disegnati personalmente da Erica. Tra le sue creazioni più amate, gli orecchini chandelier, gli anelli da cocktail, la collezione con perle tahitiane. Una curiosità: i suoi gioielli sono stati usati sul set di film e sit-com come Grey's Anatomy, Nip&Tuck, Friends e Will and Grace.
Tra gli habitué Madonna, Sheryll Crowe, Sandra Bullock, Callista Flockart e Julia Roberts
PLUSH HOME - L.A.
Plush home 8323 Melrose Avenue, West Hollywood Los AngelesLampade, tessuti, sculture. E poi oggetti in legno, poltrone in stile e piccoli pezzi d'antiquariato. Plush Home è uno degli indirizzi preferiti da collezionisti e appassionati d'arte. Se fai un salto qui, dai un'occhiata alle stampe: quelle di Chagall e Picasso sono davvero imperdibili.Tra gli habitué Mark Wahlberg e Neve Campbell
BOOK SOUP - L.A.
Book soup 8818 Sunset Boulevard Los AngelesÈ una delle librerie più complete di L.A. Fornitissima di bestsellers ma anche di libri d'arte e letteratura, ha delle aree a tema, con pubblicazioni dedicate ai viaggi e al cinema e riviste internazionali. Il luogo ideale per lettori esigenti.Tra gli habitué David Bowie, Madonna, Joni Mitchell, Drew Barrymore (nel riquadro), Alec Baldwin, Tora Birch.

una moto da sogno


A prima vista puo' lasciare un po' perplessi, ma bastano tre secondi per innamorarsene.

Del resto, una moto Ferrari non poteva essere ''normale''! Ma nessuna ''rossa'' a due ruote e' uscita da Maranello.
Si tratta invece di un prototipo realizzato dal designer industriale israeliano Amir Glinik. L'idea, o il sogno, di una moto Ferrari non e' nuova, ma nessuno si era spinto mai a tanto. Il motore e' un inesistente V4, immaginato sulla base del V12 della Ferrari Enzo.
Anche se e' impossibile stimare velocita' e prezzo di un tale missile, certamente c'e' da aver paura!
La moto non e' in commercio, ma non e' detto che la Ferrari non prenda in considerazione l'idea di sviluppare questo prototipo e lanciarsi in futuro nel mercato delle due ruote. Di altissima fascia, s'intende.Clicca qui per avere maggiori dettagli sul prototipo direttamente dal blog del progettista.








mercredi 24 septembre 2008

La Marini e Jovanotti, un amore da ragazzi


"Ogni anno, il 10 agosto, guardo le stelle e penso a Lorenzo" scrive la showgirl nella sua biografia.

Valeria Marini ha presentato la sua autobiografia dal titolo Lezioni Intime, in uscita nelle librerie, in cui si svelano dei retroscena della showgirl che nessuno immaginava. Quello piu' sensazionale e' che la Marini ha avuto una relazione amorosa con Jovanotti (o Lorenzo Cherubini, se preferite), cosa finora sconosciuta ai gossippari. La storia risale a qualche anno fa, lui aveva 19 anni e lei 18, ma Valeria confessa che quell'amore estivo torna spesso nei suoi pensieri, specialmente la notte di San Lorenzo.
Erano in Sardegna, entrambi sconosciuti ma in procinto di sfondare, Valeria era in vacanza e Lorenzo faceva il dj.
Quel ragazzo che sarebbe diventato ''Jovanotti'' le fece perdere la testa, poi torno' a Milano e Valeria a Roma, ma continuarono a sentirsi per lungo tempo.
Dalle parole della Marini sembra proprio che quell'amore non sia mai stato dimenticato, chissa' se lo stesso vale per Lorenzo...

Mugler Maquillage in esclusiva a Milano

Approda in Italia il nuovo maquillage Thierry Mugler, in esclusiva presso la profumeria Mazzolari a Milano. Teatro della presentazione, dal 19 al 27 settembre, la ''boutique effimera'' Thierry Mugler allestita per l'occasione nello Spazio Mazzolari (Piazzetta Umberto Giordano, Milano), unico punto vendita in Italia che si affianca ai quindici attuali nel mondo.
Su appuntamento è possibile provare in anteprima le formule del maquillage Thierry Mugler con i consigli personalizzati dei make-up artist del marchio. Un evento imperdibile per scoprire un universo di complici affascinanti, protagonisti di un approccio rivoluzionario al trucco.
Boutique effimera Thierry Mugler
Spazio Mazzolari
Piazzetta Umberto Giordano, 4 (Corso Monforte, 2) – Milano
Dal 19 al 27 settembre 2008 (domenica esclusa)
orario 10.00 – 19.00
Per appuntamento: tel. 366 1863356






dimanche 21 septembre 2008

Viaggiare con la moda : Elsa Haertter


La Triennale di Milano rende omaggio alla fotografa tedesca con una mostra-evento, dal 23 settembre al 14 ottobre 2008.
Disegnare un abito significa iniziare un sogno.
Fotografarlo, raccontarne la storia.
Interpretare i colori e le forme delle creazioni di moda, consacrarle a oggetto del desiderio reale e tangibile attraverso le immagini è stata la missione di Elsa Haertter (1908-1995), una delle più importanti fotografe di moda degli Anni '50 e '60.La Triennale di Milano le rende omaggio durante la Fashion Week con una mostra-evento, Viaggiare con la moda.
I racconti itineranti di Elsa Haertter.
Nata in Germania, diventata corrispondente per riviste tedesche da Parigi, si trasferisce in Italia nel 1940 dove inizia a collaborare con il settimanale Grazia (partner d'eccellenza della mostra) che consacrerà a livello internazionale il suo stile fotografico.
Durante il boom economico del dopoguerra la Haertter ha rivoluzionato la concezione di moda italiana incorniciandola coraggiosamente con architetture esotiche e insolite, rifiutando come sfondo la banalità di un'Italia da cartolina.
Una scelta professionale che l'ha portata in tutto il mondo: il viaggio è infatti una costante dei suoi servizi, protagonista delle sue foto e della sua vita tanto quanto la moda.30.000 fotografie originali e 60 diari autografi con appunti di viaggio personali, pensieri e immagini: questo l'archivio di Elsa Haertter, donato dopo la sua morte a Beppe Modenese.La mostra, attraverso un'accurata selezione dei materiali, racconta al visitatore la storia della moda e di Elsa con documenti unici ed installazioni interattive che lo coinvolgono in un percorso che diventa, appunto, itinerante.
Viaggiare con la moda :I racconti itineranti di Elsa Haertter.
23 Settembre - 14 Ottobre 2008
Triennale di Milano http://www.triennale.it/
Per maggiori informazioni: www.televisionet.tv/tvnplanet/haertter/

vendredi 19 septembre 2008

Gorizia..a tutta birra!!


Alla rassegna che dal 26 al 28 settembre trasforma Gorizia nella capitale della contaminazione enogastronomica, sorgerà una vera e propria cittadella "spumeggiante"Birra italiana, americana, irlandese, ovviamente tedesca ma anche prodotta in Corsica: dal 26 al 28 settembre Gorizia si trasformerà nella capitale della bevanda bionda e della contaminazione enogastronomica grazie alla rassegna Gusti di frontiera che, oltre a presentare un'eccezionale vetrina delle cucine di Austria, Germania, Francia, Croazia, Slovenia, Ungheria, Montenegro, Bosnia, Serbia, Albania, avrà un occhio particolare proprio per quella che è a buon diritto considerata la bevanda tipica della Mitteleuropa.
Sarà un modo per confrontare gusti diversissimi, accompagnati da quei cibi che da sempre la affiancano sulla tavola: dai crauti con wurstel, all'hamburger con patate e fagioli alla texana.
Gli appassionati di birra potranno assaggiare delle vere chicche, come la Birra Pietra, tipico prodotto della Corsica ed emblema dell'isola natale di Napoleone.
Si tratta di una birra ad alto tasso alcolico (6°), con un piacevolissimo retrogusto amarognolo di castagna (dovuto all'aggiunta, nella sua produzione, della farina di castagna), che è diventata nel tempo un simbolo dell'indipendenza dell'isola, tanto che viene prodotta e commercializzata solo in Corsica.
Ci sarà anche la Bonne Esperance, birra piuttosto forte dal piacevole aroma di miele, prodotta in Belgio in una abbazia medievale, secondo una ricetta secolare. Il colore, leggermente ambrato e lievemente opaco, è dovuto al lievito presente per la rifermentazione mentre il gusto è luppolato con note agrumate e di lievito.
Ma Gusti di Frontiera 2008 sarà anche una vetrina per le regioni italiane: in 19 faranno a gara per presentare i piatti più succulenti della propria tradizione, accompagnati dai vini locali.
I tre giorni della rassegna saranno accompagnati da spettacoli e musica; quest'anno è dedicato alle cover degli anni '60 e '70.
Per info: Comune di Gorizia, tel: 0481.383406,
numero verde 800 746811

samedi 13 septembre 2008

Valentina di Crepax in mostra a Milano


In Triennale Bovisa, a Milano, dal 21 settembre al 1 febbraio 2009 omaggio a Guido Crepax, scomparso cinque anni fa.
Con la mostra Valentina, la forma del tempo gigantografie, è possibile scoprire bozzetti, documenti originali e inediti di una "storia d'amore" durata oltre trent'anni.Per maggiori infomazioni: http://www.triennale.it/

25 candeline per Swatch !!

La ditta di orologi svizzera compie 25 anni !
Erano i primi anni ottanta e nelle orologerie svizzere si viveva un brutto quarto d’ora.
I prestigiosi stabilimenti di La Chaux-de-Fonds e Neuchâtel non potevano più competere con il vento di modernità che spirava dal Giappone.
C’era bisogno di adeguarsi al dinamismo e all’eccentricità tipica di quei tempi, di creare qualcosa di nuovo, simpatico, giovane, che unisse la precisione e la tecnologia della Svizzera con il gusto pop degli eighties. Fu così che nel 1983 nacque il primo modello, semplice e nero, prodotto ancora oggi.
Meno costoso, assemblaggi automatici, rinuncia ai dettagli inutili e una poderosa spinta di design: sono gli ingredienti giusti per una creazione vincente. Da quel primo modello sono passati venticinque anni: le nozze d’argento sono state festeggiate con cifre da capogiro: quasi 400 milioni di pezzi venduti al mondo. Per la gioia dell’industriale Nicolas Gorge Hayek, svizzero di origine libanese, artefice di questo autentico miracolo economico.
Lo SWATCH, acronimo per second watch (da affiancare magari ad uno di impostazione tradizionale, l’ ”orologio buono” per intenderci) o swiss watch (quasi a voler sottolineare l’impronta elvetica del prodotto) è un oggetto che fa ormai parte del nostro bagagliaio di accessori.
Dagli sfavillanti modelli anni ’80 come il leggendario Pop Swatch che si poteva staccare e indossare direttamente sui vestiti, ai pezzi dell’ultima collezione ispirati ai cattivi dei film di James Bond , il successo del piccolo orologio resiste indenne al trascorrere del tempo. Dopotutto è fatto per questo, non vi pare?