Google+ Followers

samedi 31 mai 2008

"Coffe.it" di Alessi: novita' primavera estate 2008




Novità dell' Officina Alessi primavera estate, 2008
"coffee.it" design Wiel Arets, 2008

Il progetto "coffee.it": un piacere per il gusto e per la vista!


All’inizio del 1600 furono i Veneziani ad importare l’usanza di bere caffè, tanto che la prima caffetteria nasce proprio a Venezia intorno alla metà dello stesso secolo.
Il consenso di pubblico fu immediato e in breve tempo la produzione di macchine da caffè si moltiplicò.


Alessi vanta una preziosa storia relativa a questa formidabile "macchina", annoverando nel proprio catalogo una serie di caffettiere d’autore che ancora oggi fanno la storia di questo casalingo: Richard Sapper con la "9090" e la "ARS09", Riccardo Dalisi con la Napoletana, Aldo Rossi con "La conica", "La cupola" e la "Ottagono", King-Kong con "Mix Italia".
E ancora Michael Graves con "Pellicano" fino alla "PINA" di Piero Lissoni.
Ma la storia continua.


Oggi diamo il benvenuto a "coffee.it" la caffettiera espresso che rientra in un progetto più ampio dedicato a strumenti per la cucina.
Tra questi il cavatappi "screw.it", il macinapepe "pepper.it" e il macinasale "salt.it".
Artefice di questo successo annunciato è l’olandese Wiel Arets, poliedrico designer che ha già messo a segno una serie di importanti realizzazioni.


Il primo grosso impegno tra Arets e l’azienda di Crusinallo risale al 2003 con il servizio da tè e caffè in argento del metaprogetto "Tea & Coffee Towers".


Lo scorso anno, in collaborazione con l’azienda svizzera Laufen Bathrooms e la finlandese Oras è stato presentato il secondo progetto ALESSI dedicato alla stanza da bagno: "ILBAGNOALESSI Dot".
Ma è stato il frullatore "mix.it", presentato lo scorso autunno, a fare da apripista a piccoli elettrodomestici firmati da Wiel Arets.
Questo architetto-designer olandese progetta delicate sculture per cucine modern
Oggetti pratici, funzionali e belli. La caffettiera espresso "coffee.it" racconta una pratica progettuale semplice ed espressiva.


Wiel Arets tende alla regolarità delle parti ricercando però in modo elevato una spiccata complessità intellettuale.

Una grande sensibilità nell’uso dell’acciaio e una forte inventiva ne fanno un designer capace di produrre forti aggregazioni energetiche.


La caffettiera, da 3 o 6 tazze, presenta corpo in acciaio, mentre manico e coperchio sono in materiale plastico (PPO).
Niente è più esaltante che una tazza di caffè preparata con cura. E se in Italia il caffè è un culto insostituibile, un break con "coffee.it" è un piacere doppio.


Un piacere per il gusto e per la vista!


Aucun commentaire: