Google+ Followers

dimanche 25 mai 2008

Caffé e ristoranti a New York



CAFFE' E RISTORANTI A NEW YORK ..
(un po' ispirato dal blog di Barbara Ragazzon per Dagospia)






NESPRESSO ha aperto in marzo 2007, sulla Madison avenue, fra la 65esima e la 66esima Strada un negozio elegantissimo, dove si vendono cialde per fare il caffe' in macchinette "spaziali".
C'e' un bar chicchissimo dove degustare caffe' e cappuccini davvero fantastici!. E' la risposta a Starbucks? Meglio tardi che mai...E Georges? A Parigi ha mandato Sharon Stone..e lui preferice l'Italia.
LE CIRQUE, 151 East 58th Street.
Ha riaperto i battenti nel Bloomberg Building, si ha l'impressione di essere su un transatlantico, anche se fuori c'e' solo del bitume. E' un po'piu' piccolo e piu' sobrio di "Le Cirque 20000", sono tornate le scimmiette del primo Le Cirque, i piatti sono sempre divinissimi, anche se il New York Times gli ha tolto una stella, ma perché? Colpa delle scimmiette, forse..
CHINATOWN BRASSERIE ,380 Lafayette Street, il miglior ristorante cinese di Manhattan, anche se non e' a Chinatown, ma a Soho decoro Shanghai anni Trenta, simply fabulous, camerieri di varie nazionalita', ma il cuoco, il famoso Joe Ng, fortunatamente cinese e la cucina semplicemente prelibata, quei Dim Sum che bonta' e non parliamo del Banchetto Cinese per l'Anno del Maiale, insuperabile!
BUDDAKAN, 75 Ninth Avenue.
Nel Meatpacking District sempre di moda, e' fra i piu' grandi ristoranti di Manhattan, era una vecchia fabbrica rinnovata e trasformata in tempio della cucina fusion e del decor esotico asiatico.
MASA, 10 Columbus Circle.
Cucina fusion : volete un menu di sushi a base di caviale e foie gras? Perfetto, lo trovate qui al "modico" costo di $ 400. Ma lo spettacolo del cuoco che manovra davanti a voi le sue spade e' 'unique'... che classe!!
MOMOFUKU SSAM BAR, 207 Second Avenue.
Offshoot di Momofuku Noodle Bar, va di moda dopo le nove di sera, con tutte le sue specialita' di maiale, dal pate' alla cinese al brasato di maiale cotto nella soya e lo zucchero.
PORCHETTA, 241 Smith Street, Brooklyn.
A proposito di maiale, bisogna andare a Brooklyn!
Viviamo in un mondo globale, per mangiare una vera porchetta all'italiana, con tanto di ripieno di prugne e datteri e le cotiche che costano la meta' che a Manhattan .
BOTTEGA DEL VINO, East 59th Street.
Ha meritato ben quattro stelle dal New York Times, e con ragione! Dal cappuccino e cornetti a tutte le ore del giorno e della notte agli antipasti a base di polenta.
RUSSIAN TEAROOM, 150 West 57th Street.
Riaperto dopo tre anni di chiusura con lo stesso decor natalizio tutto l'anno, e un altro chef, che se n'e' andato dopo un mese. Ma gli chefs passano e i blini restano, con il caviale che e' tornato sulle mense americane dopo un anno di astinenza.....
ST. AMBROEUS, Madison 78th Street.
Ha riaperto con annesso ristorante, cacciando gli "odiati" francesi di Fauchon, sara' l'effetto Mondiali? Torte colorate e variopinte troneggiano in vetrina, per la gioia dei golosi e di chi non vuole sentire parlare di low-calories.
GORDON RAMSAY AT THE LONDON, 151 West 54th Street.
Chi ha detto che a Londra si mangia male? Venite a New York e sarete piacevolmente sorpresi nel nuovo London Hotel per l'appunto, appena rinnovato, e vi ricrederete. Il pollo al foie gras e la spigola al chorizo non hanno eguale.

Aucun commentaire: